800x6001024x768Auto Width
Il Golfo di Napoli

Lungo la costa della Campania, in una insenatura del mar Tirreno, troviamo il Golfo di Napoli, uno dei più belli del mondo, compreso fra la penisola Flegrea e la penisola Sorrentina. I paesaggi  sono molto vari, a settentrione dell’insenatura troviamo i Campi Flegrei, con una piccola baia (il golfo di Pozzuoli) nella parte centrale troviamo le città dominate dal Vesuvio, nella parte meridionale ci sono i monti  Lattari, costituenti la penisola Sorrentina. Molti i centri urbani, Napoli, Pozzuoli, Portici, Ercolano, Torre del Greco, Torre Annunziata, Castellammare di Stabia, oltre ai comuni della penisola Sorrentina, a Corollario del golfo si trovano le perle dell’arcipelago Napoletano, che sono le isole di Capri, Ischia, Procida e Nisida (che è collegata alla terraferma da un istmo).

---- Procida
Isoletta adatta a chi cerca riposo e tranquillità, Marina Grande è l’unico porto, dove approdano aliscafi e  traghetti, il visitatore può ammirare Palazzo Montefusco costruito nel Xll secolo, il palazzo Rosato, la chiesa di S. Leonardo, e il museo del mare, presso l’istituto nautico,il borgo marinaro della Corricella, dove troviamo le case dei pescatori con la caratteristica pitturazione a colori pastello, che variano dal giallo, al verde, al rosa, all’azzurro, utile ai pescatori per riconoscere la propria casa dal mare,dal piccolo porto si arriva alla spiaggia della Chiaia, fatta di sabbia nera e vulcanica, la spiaggia di Ciraccio con i due scogli (piccoli faraglioni) e la spiaggia della Chiaiolella, dove troviamo ristoranti e alberghi.

---- Capri
L’isola di Capri famosa in tutto il mondo,con la sua bellezza conquistò gli imperatori romani, il primo ad edificarvi una villa fù l’imperatore Augusto, successivamente l’imperatore Tiberio ne fece la sua dimora, cosi come molti nobili romani. Celebre è la piazzetta frequentata da artisti, filosofi,scrittori e personaggi come Neruda e Sarte, che l’hanno resa famosa in tutto il mondo.La costa frastagliata è perforata da una dozzina di grotte, la più famosa e frequentata è la Grotta Azzurra, la cui colorazione è dovuta alla luce del sole che penetrando per via subaquea attraverso l’angusta apertura di accesso, si rifrange sulle pareti e sotto la volta; altra attrattiva sono i caratteristici  faraglioni che si ergono maestosi dal mare a poca distanza dalla riva; nella  parte medievale di Capri, si può ammirare la chiesa di S. Stefano, tra le vie troviamo Palazzo Cerio risalente al 1371, via Vittorio Emanuele e via Camerelle, che sono le strade dove si concentrano eleganti negozi. Sul monte Tiberio, domina la Certosa di S. Giacomo costruita fra il 1371-1374- con all’interno la biblioteca  comunale, da non perdere il parco Augusto da cui si gode una bellissima vista sui faraglioni. Ad Anacapri sull’altro versante dell’isola, si trova villa S.Michele, questa stupenda villa fù realizzata sulle rovine di un antica villa romana, oggi è un museo che raccoglie reperti archeologi dell’isola, dalla sua terrazza si può ammirare tutto il golfo di Napoli.

---- Ischia
Ischia definita isola del benessere, fin dai tempi di Plinio era nota  per la presenza di oltre 100 tra sorgenti e bacini termali, che con le loro acque svolgono un benefico effetto terapeutico, il parco termale Giardini di Poseidon, sulla spiaggia di Citara, ha 22 piscine dalle proprietà curative, le terme di Cavascura hanno vasche scavate nella pietra e una grotta adibita a sauna. Da visitare il Castello Aragonese, grande baluardo difensivo che non è mai stato conquistato, la torre di Guevara, il museo archeologico di Pithecusae a villa Arbusto, nel comune di Lacco Ameno.

---- Napoli
Napoli capoluogo della Campania, si estende nel golfo sulla costa tirrenica dominata dal Vesuvio, meta di turisti provenienti da tutto il mondo, molto ricco il patrimonio artistico e culturale, come il palazzo reale, il Maschio Angioino, il castel dell’Ovo, il castel Sant’Elmo, il museo di Capodimonte (custode delle preziose ceramiche omonime) immerso nel magnifico parco, il museo di S. Martino, il museo archeologico Nazionale,  e molte chiese antichissime, suggestiva è la passeggiata sul lungomare di via Caracciolo, di fama mondiale, che costeggia la villa comunale, la collina di Posillipo, con il parco Virgiliano da dove si può vedere uno stupendo panorama. Il turista che giunge a Napoli non può non gustare la famosa pizza Margherita, la sfogliatella, rinomatissimo dolce Napoletano insieme alla pastiera, e al babà.

---- Pozzuoli
Pozzuoli fù fondata nel 530 a.c., famosa per la solfatara un vulcano che emette vapori sulfurei, con proprietà curative, molti i centri termali per una vacanza rilassante e curativa, nei pressi della solfatara troviamo la chiesa di S. Gennaro, ove nel 305 Gennaro vescovo di Benevento subì il martirio. Un sito archeologico da visitare è il tempio di Serapide, e l’anfiteatro Flavio, soprattutto i suoi sotterranei dove venivano tenuti gli animali destinati agli spettacoli con i gladiatori.

---- Torre del Greco
Alle pendici del Vesuvio troviamo Torre del Greco, città ad alto rischio sismico, molte volte distrutta e altrettante riedificata, come le tante chiese ricostruite dopo le eruzioni Vesuviane, ed è per questa  ragione che sono interessanti da visitare, si capisce un po’ la storia eruttiva del Vesuvio, tra queste la chiesa di S. Michele distrutta dall’eruzione nel 1794 che fù ricostruita nello stesso luogo,da visitare anche le ville della nobiltà napoletana del 700, come villa delle Ginestre, che ospitò Leopardi.

----  Castellamare di Stabia
Le sue origini sono antichissime, per la sua posizione è ricca di acque con pianure fertili, la citta dispone di due stabilimenti termali, alcune acque vengono imbottigliate e vendute anche in America come l’acqua della Madonna e Acetosella, da visitare è il museo Diocesano con reperti ritrovati sotto la Cattedrale di Castellammare, preziose testimonianze dell’arte passata sono conservate in alcune chiese del luogo. Grande importanza per l’economia rivestono i cantieri navali.  

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information